Semplici suggerimenti per migliorare i test degli utenti

I test sono una parte fondamentale del lavoro del progettista UX e una parte fondamentale del processo complessivo di progettazione di UX. I test forniscono l'ispirazione, la guida e la convalida di cui i team di prodotto hanno bisogno per progettare grandi prodotti. Ecco perché i team più efficaci fanno del test un'abitudine.

Il test di usabilità prevede l'osservazione degli utenti mentre utilizzano un prodotto. Ti aiuta a trovare dove gli utenti lottano e cosa gli piace. Esistono due modi per eseguire un test di usabilità:

  • Moderato, in cui un moderatore lavora con un partecipante al test
  • Non moderato, in cui il partecipante al test completa il test da solo

Ci concentreremo sul primo, ma alcuni dei suggerimenti menzionati possono essere applicati a entrambi i tipi di test.

1. Prova il prima possibile

Prima si esegue il test, più è facile apportare modifiche e, quindi, maggiore è l'impatto che i test avranno sulla qualità del prodotto. Molti team di progettazione usano la scusa, "Il prodotto non è ancora finito. Lo testeremo più tardi ", per rimandare il test. Naturalmente, tutti vogliamo che il nostro lavoro sia perfetto, motivo per cui cerchiamo di evitare di mostrare un design a metà cottura. Ma se lavori troppo a lungo senza un ciclo di feedback, le probabilità sono maggiori che dovrai apportare una modifica significativa dopo aver rilasciato il prodotto sul mercato. È il classico errore: pensare di essere l'utente e progettare per te stesso. Se puoi investire energia per apprendere presto e prevenire che si verifichino problemi, in primo luogo risparmierai moltissimo tempo.

La buona notizia è che non è necessario attendere un prototipo ad alta fedeltà o un prodotto completo per iniziare i test. In effetti, dovresti iniziare a testare le idee il prima possibile. È possibile testare modelli di progettazione e prototipi a bassa fedeltà. Dovrai impostare il contesto per il test e spiegare ai partecipanti al test cosa è richiesto da loro.

2. Descrivi i tuoi obiettivi

Prima di iniziare i test di usabilità, sii chiaro sui tuoi obiettivi. Pensa al motivo per cui desideri testare il prodotto. Cosa stai cercando di imparare? Chiediti: "Che cosa devo sapere da questa sessione?" Quindi, una volta capito, identifica esattamente su quali caratteristiche e aree desideri feedback.

Ecco alcuni obiettivi comuni:

  • Scopri se gli utenti sono in grado di completare con successo le attività specificate (ad es. Acquistare un prodotto, trovare informazioni)
  • Individua il tempo necessario per completare attività specifiche
  • Scopri se gli utenti sono soddisfatti di un prodotto e identifica le modifiche necessarie per migliorare la soddisfazione

3. Preparare con cura domande e compiti

Una volta che hai un obiettivo, puoi definire quali attività dovrai testare per rispondere alle tue domande o convalidare le tue ipotesi e ipotesi. L'obiettivo non è quello di testare la funzionalità stessa (che dovrebbe essere un obiettivo del team di controllo della qualità), ma di testare l'esperienza con tale funzionalità.

Compiti attuabili

Quando si progettano attività, renderle realistiche e attuabili. Queste potrebbero essere parti specifiche del prodotto o prototipo che desideri vengano testate dagli utenti, ad esempio:

  • Introduzione al prodotto
  • Completamento di un pagamento
  • Configurazione del prodotto

Assegna priorità alle attività

Non comprimere molti argomenti nell'elenco di controllo per i test di usabilità. Lo svolgimento dei test e l'analisi dei risultati richiederà molto tempo. Invece, elenca le attività importanti nel tuo prodotto e ordinale per priorità.

Descrivere chiaramente le attività

I tester devono sapere cosa fare. Rendere più facile. Gli utenti tendono a scoraggiarsi quando le attività non sono chiare.

Avere un obiettivo per ogni attività

Come moderatore, dovresti essere molto chiaro sull'obiettivo di un'attività (ad esempio, "mi aspetto che gli utenti saranno in grado di completare il checkout entro due minuti"). Tuttavia, non è necessario condividere tale obiettivo con i partecipanti.

Limitare il numero di attività

Patrick Neeman di Usability Counts consiglia di assegnare cinque attività per partecipante. Considerando il tempo della sessione (di solito 60 minuti), lascia anche il tempo per le tue domande.

Fornire uno scenario, non istruzioni

Le persone tendono ad esibirsi in modo più naturale se si fornisce loro uno scenario, piuttosto che istruzioni asciutte. Invece di chiedere loro qualcosa del tipo, "Scarica un libro con le ricette", potresti definirlo come uno scenario, come "Stai cercando alcuni nuovi modi per cucinare i fagioli. Scarica un e-book con le ricette. ”Uno scenario fornisce un contesto e rende l'attività più naturale per l'utente. Più i partecipanti vengono eseguiti in modo naturale, migliore sarà il risultato che otterrai.

Prova tu stesso l'insieme di attività

Esegui più volte l'attività e risolvi le domande appropriate da porre. È un duro lavoro ma sicuramente pagherà.

4. Reclutare utenti rappresentativi

Trovare le domande che vuoi porre è importante, ma anche le persone che partecipano al tuo test dovrebbero essere rappresentative del tuo pubblico target (persona dell'utente). Non ha senso guardare le persone usare il tuo prodotto se non corrispondono al tuo pubblico di destinazione. Pertanto, non appena hai idea di cosa testare, inizia a reclutare. Recluta attentamente le persone in base ai tuoi obiettivi. Attenzione: trovare persone per i test di usabilità non è facile. In effetti, il reclutamento è uno dei principali motivi per cui molte aziende non parlano regolarmente con i loro utenti. Quindi, fai uno sforzo extra per trovare persone che rappresentino il tuo pubblico di destinazione.

Analizza i dati utente esistenti

Se il tuo prodotto ha già una base di clienti, una rapida analisi delle informazioni disponibili (ad esempio dati analitici, ticket di assistenza clienti, sondaggi, sessioni di usabilità precedenti) ti aiuterà a valutare ciò che già sai o non sai dei tuoi utenti.

I numeri forniti da uno strumento di analisi su come l'utente interagisce con un prodotto - clic, tempo di sessione dell'utente, query di ricerca, conversione, ecc. - aiuteranno i progettisti di UX a prepararsi per i test di usabilità. Immagine: Ramotion

Prova con utenti che non sono solo amici o familiari

Ovviamente, il feedback di amici e parenti è meglio di niente, ma per risultati migliori, avrai bisogno di utenti indipendenti e imparziali, quelli che non hanno mai usato il tuo prodotto prima. I tuoi amici e la tua famiglia sono troppo vicini al prodotto per sapere come le persone reali lo percepirebbero per la prima volta.

Definisci i tuoi criteri

Prima di assumere utenti, devi decidere il tipo di persone per testare il tuo prodotto. Definire i criteri e selezionare i tester in base ad esso. Ad esempio, se stai testando un'app mobile per ordinare cibo, molto probabilmente avrai bisogno di feedback da parte di persone che ordinano cibo regolarmente. Traduci questo requisito in criteri precisi e misurabili, in modo da poterlo utilizzare per selezionare i potenziali partecipanti: persone che ordinano cibo almeno una volta alla settimana da diversi servizi di consegna (i partecipanti dovrebbero avere esperienza con almeno tre servizi).

Oltre a specificare gli utenti con cui vuoi parlare, pensa alle persone che non vuoi vedere in nessuna delle tue sessioni. Come regola generale, evita i test con utenti esperti di tecnologia e utenti iniziali, perché tali test potrebbero non essere così rivelatori come desideri. Inoltre, evita i partecipanti che hanno conflitti di interesse (come quelli che lavorano per i concorrenti).

Crea domande su Screener

Successivamente, crea un questionario screener per identificare le persone per le tue sessioni di test. Come con qualsiasi buon sondaggio o questionario, evitare domande importanti. Un esempio di una domanda che rivelerebbe la risposta "giusta" è: "Ti piace ordinare cibo utilizzando uno smartphone?" La maggior parte delle persone che vogliono partecipare a una sessione di test sicuramente risponderebbero di sì a quella domanda.

Puoi preparare un elenco di domande nel formato di un sondaggio e chiedere a potenziali tester di compilarlo. Google Forms è un ottimo strumento per la creazione di screener e la raccolta delle risposte in un foglio di calcolo. Poiché le risposte vanno direttamente in un foglio di calcolo di Google, puoi ordinarle e filtrarle.

Chiedi alle persone di compilare lo Screener

Successivamente, dovrai convincere le persone a compilare lo screener. Un modo per raggiungere questo obiettivo è creare una descrizione del lavoro con un collegamento al sondaggio. Nella descrizione, spiega le tue aspettative e offri un incentivo a motivare le persone a presentarsi (come una carta regalo Amazon da $ 100 per un colloquio di 60 minuti). Craigslist, Twitter e Facebook sono i luoghi più ovvi in ​​cui pubblicare la descrizione del lavoro.

Le cose saranno un po 'più difficili quando dovrai reclutare tipi di utenti molto specifici e difficili da trovare. Ma anche in questo caso, è totalmente risolvibile:

  • Parla con il tuo team di vendita o marketing per vedere se hanno elenchi di contatti che possono condividere.
  • Trova i contatti nei pertinenti gruppi di comunità e associazioni professionali.

Suggerimento: se il tuo prodotto è sul mercato, potresti mostrare un messaggio - "Vuoi darci più feedback?" - da qualche parte nel flusso dell'utente, che porta al tuo modulo screener. Inoltre, se si utilizza un servizio come Intercom, è possibile inviare automaticamente e-mail ai nuovi utenti dopo che hanno utilizzato il prodotto cinque volte, invitando a partecipare ai test.

Pensa alla qualità, non alla quantità

Alcuni team di prodotti ritengono di aver bisogno di molti partecipanti per i test di usabilità. In effetti, il test con cinque utenti rivela in genere l'85% dei problemi di usabilità di base. I problemi più importanti sono facili da individuare per le persone che non conoscono il tuo prodotto e difficili da individuare perché non hai più occhi nuovi. Si scopre che imparerai molto dalla prima persona con cui parli, un po 'meno dalla prossima e così via.

Dopo aver raccolto le risposte e filtrato l'elenco dei potenziali partecipanti in base ai tuoi criteri, seleziona i cinque candidati che si adattano meglio ai tuoi criteri.

Chiarire istruzioni su come partecipare alla sessione

Quando si pianifica una sessione di prova, fornire tutti i dettagli in un'e-mail di conferma ai partecipanti:

  • L'ora (se si esegue il test remoto, fornire l'ora nel fuso orario pertinente)
  • La posizione (compresi edificio, informazioni sul parcheggio, ecc.)
  • Che cosa i partecipanti al test devono portare con sé (ad esempio, ID personale, un dispositivo mobile con iOS o Android, ecc.)
  • Il tuo numero di telefono (nel caso abbiano domande o debbano riprogrammare)

Per ridurre al minimo i no-show frustranti, potresti chiedere agli utenti di rispondere per confermare. Ad esempio, la riga dell'oggetto nell'e-mail di conferma potrebbe essere simile a “Sessione di usabilità programmata il 14 maggio alle 15:00. (Rispondi per confermare). ”Puoi anche chiamare i partecipanti per ricordare loro l'appuntamento il giorno prima della sessione.

5. Ottieni il massimo dai test di persona

Ascoltare direttamente dagli utenti è uno dei modi più veloci per conoscere e migliorare il tuo prodotto. Osservando qualcuno che usa il tuo prodotto, puoi identificare rapidamente le aree in cui il prodotto non è abbastanza chiaro.

Costruire un buon rapporto

Quando inizia una sessione, il partecipante potrebbe essere nervoso e incerto su cosa aspettarsi. La qualità di una sessione di usabilità è direttamente correlata al rapporto che costruisci con il partecipante. Più profonda è la fiducia del partecipante nel moderatore, più il loro feedback sarà franco. Esegui il test in modo che i partecipanti si sentano a proprio agio fornendo un feedback onesto.

Alcune cose da ricordare:

  • In caso di fallimento, le persone tendono a incolpare se stesse, piuttosto che un difetto nel design. Pertanto, assicurati che non si sentano come sottoposti a test. (Ad esempio, "Non ti stiamo testando; stiamo testando il nostro design. Quindi, nulla di ciò che dici o fai è sbagliato.")
  • Vuoi che i partecipanti siano il più sinceri possibile. Se non gli piace qualcosa o pensano che sia sciocco, assicurati di dirlo. Ad alcuni partecipanti non piace condividere tali pensieri perché hanno paura di ferire i tuoi sentimenti. Dì loro qualcosa del tipo: "Non farai del male ai nostri sentimenti. Non siamo stati coinvolti nella progettazione di questi schermi. "
  • Inizia con semplici compiti o domande. Non produrranno intuizioni succose, ma faranno parlare le persone e aiuteranno a rilassarle. Scopri qualcosa sulla persona. Prova a scoprire cosa piace o non piace alla persona, i suoi hobby e le abitudini tecnologiche. Queste informazioni ti aiuteranno a valutare meglio i risultati del test.

Ascolta, non condurre

Dopo aver presentato l'attività, tutto dovrebbe essere guidato dal partecipante. Il tuo obiettivo in questa sessione è capire come gli utenti useranno il prodotto. Ad esempio, se il partecipante percorre un percorso non pianificato attraverso la tua app, non correggerli! Aspetta di vedere cosa succede. Questo è un apprendimento prezioso.

Non giudicare i partecipanti

I tuoi partecipanti sono lì per insegnarti qualcosa, non viceversa! Giudicare gli utenti o cercare di educarli durante il test sarebbe controproducente. Il tuo obiettivo è ottenere quante più informazioni possibili nel tempo disponibile e comprenderle tutte dal loro punto di vista.

Quindi, evita frasi come "Era ovvio, vero?" E "Lo pensi davvero?" Mentre alza le sopracciglia, anche se qualcosa sembra ovvio. Invece, chiedi qualcosa del tipo, "Quanto è stato facile o difficile per te completare questo compito?" O "Perché lo pensi?" Non dovrebbe mai esserci alcun giudizio o sorpresa nel tuo tono o linguaggio del corpo.

Non spiegare

Quando spieghi come funziona il prodotto che stai testando, quasi sicuramente introdurrai un errore nel test. Nel mondo reale, il tuo prodotto vivrà da solo. Non sarai lì per guidare gli utenti e dire loro esattamente cosa fare e come usarlo. I partecipanti dovrebbero capire le cose in base alla descrizione dell'attività e a ciò che vedono nell'interfaccia.

Non interrompere

Quando i partecipanti iniziano un'attività, fai del tuo meglio per non interromperli. Più interrompi, meno è probabile che avranno la sicurezza di completare l'attività. Perderanno il loro flusso e non vedrai nulla che assomigli al comportamento naturale.

Non attirare l'attenzione su problemi specifici

Attirare l'attenzione su questioni specifiche che ti interessano potrebbe indurre le persone a cambiare il loro comportamento e concentrare le loro risposte sulle questioni che stai sottolineando. Questo problema è particolarmente comune nelle discussioni sulla progettazione dell'interfaccia utente: se dovessi chiedere alle persone un particolare elemento di progettazione (come il colore del pulsante principale di invito all'azione), lo noteranno in seguito molto più di quanto farebbero altrimenti. Ciò potrebbe indurre i partecipanti a cambiare il loro comportamento e concentrarsi su qualcosa che non ha importanza.

Usa la tecnica Think-Aloud

Il metodo think-adoud è fondamentale per entrare nella testa del partecipante. In effetti, Jakob Nielsen sostiene che è il miglior strumento di usabilità. Usando la tecnica think-ad alta voce, il moderatore chiede ai partecipanti al test di utilizzare il prodotto mentre pensano continuamente ad alta voce, semplicemente verbalizzando i loro pensieri mentre si muovono attraverso l'interfaccia utente. Usando questa tecnica per l'app per ordinare cibo, molto probabilmente otterresti risposte come "Hm, sembra un'app per ordinare cibo. Mi chiedo come ordinare il cibo. Forse se tocco qui, vedrò un modulo per richiedere un pasto. "La tecnica ti consente di scoprire cosa pensano veramente gli utenti del tuo design e ti aiuterà a trasformare la sessione di usabilità in consigli di riprogettazione attuabili. Risposte come "Oh, si carica troppo lentamente", "Perché vedo questo?" E "Mi aspettavo di vedere B dopo A" possono essere tradotte in modifiche progettuali attuabili.

Suggerimento: poiché la maggior parte degli utenti non parla durante l'utilizzo di un prodotto, il facilitatore del test dovrà chiedere loro di continuare a parlare. Chiedi qualcosa del tipo "Cosa sta succedendo qui?" Quando i partecipanti al test interagiscono con il prodotto.

Osservare il comportamento

Fai attenzione alla distinzione tra ascolto e osservazione. Mentre entrambi i metodi forniranno ai progettisti UX informazioni preziose, molti progettisti UX si concentrano troppo sull'ascolto. Osservare gli utenti può scoprire molto di più in molto meno tempo. Puoi imparare molto ascoltando le persone, ma puoi imparare molto di più vedendo come reagiscono a un prodotto.

La maggior parte delle persone vuole apparire intelligente, motivo per cui durante le sessioni di test noterai che i partecipanti lottano attraverso un'attività ma poi ti dicono che è stato facile per loro. Quindi, concentrati sul loro comportamento, non sulla loro opinione.

In caso di dubbio, chiarire

Quando non sei sicuro di cosa stia parlando un partecipante, chiedi chiarimenti. Una semplice domanda come "Quando hai detto ... volevi dire ...?" Chiarirà le cose. Non lasciarlo alla fine della sessione. La fine di una sessione è troppo tardi per tornare indietro e capire di cosa stava parlando qualcuno.

Follow-up con domande

Sii desideroso e curioso di imparare il più possibile sulle esperienze e le prospettive dell'utente. Non accontentarti della prima risposta che ricevi. Scava sempre più a fondo ponendo domande di follow-up. Le domande di follow-up ti daranno molte informazioni su ciò che è realmente accaduto. Le persone spesso non possono dichiarare chiaramente le loro motivazioni senza essere sollecitate. Una semplice domanda di follow-up tempestiva fornirà di solito una spiegazione più approfondita o un esempio prezioso.

Rispondi alle domande con domande

Durante la sessione, i partecipanti ti faranno sicuramente alcune domande. Ecco alcuni dei più comuni:

  • "Dovrei usarlo?"
  • "Cosa ne pensi?"
  • "Che cosa ne pensano gli altri di questo?"

Resisti alla tentazione di raccontargli tutto! Poni loro una domanda subito. Rivelerà molto.

6. Tratta il design come un processo iterativo

Molti team di prodotti pensano al processo di progettazione come a un processo lineare che inizia con la ricerca dell'utente, ha una fase di prototipazione e termina con i test. Tuttavia, trattalo come un processo iterativo.

I test, così come la codifica, la progettazione e la raccolta dei requisiti, hanno un posto nel ciclo iterativo di progettazione e sviluppo del prodotto. È importante testare ad ogni intervallo di questo processo, se le risorse sono disponibili.

Ciclo di feedback

Il modo migliore per evitare di dover rielaborare un prodotto è inserire feedback nel processo. Il feedback regolare dell'utente (non necessariamente sotto forma di test di usabilità, ma anche in sondaggi online o analisi dei ticket di assistenza clienti) dovrebbe essere al centro del processo di progettazione di UX.

7. Non limitarti alle sessioni di persona

Il test di persona è un ottimo modo per comprendere il comportamento dell'utente; sfortunatamente, non è sempre possibile. Cosa succede se è necessario testare solo una piccola funzionalità o i partecipanti al test sono dispersi (ad esempio, se il prodotto è destinato a clienti internazionali) o se sono necessari risultati rapidi (idealmente, oggi)? In questo caso, concentrarsi sui test remoti. Ma come gestite le sessioni remote?

Utilizzare gli strumenti per i test non moderati

Al giorno d'oggi, sono disponibili tantissimi strumenti per eseguire test remoti senza moderatore. Qui ce ne sono alcuni:

  • Aspetto: questo strumento consente sia il test moderato live remoto sia il test non moderato. Le sessioni live vengono automaticamente registrate nel cloud: nessun caricamento, attesa o gestione dei file.
  • UserTesting: UserTesting consente di eseguire facilmente test di usabilità da remoto. Puoi eseguire un test non moderato sul tuo sito Web con una base utenti predefinita.
  • Convalida: Con Convalida, selezionare Test non moderato o moderato. Per testare un prodotto, aggiungi un link al tuo sito Web o prototipo. I tester riceveranno un URL per sostenere il test o partecipare a una sessione moderata. Dopo la sessione, riceverai un rapporto qualitativo e video condivisibili.
  • Usabilla: raccogli informazioni approfondite sia qualitative che quantitative dagli utenti per prendere le giuste decisioni di progettazione. Tra i risultati dei test, riceverai belle mappe di calore.

Eseguire test remoti moderati

Puoi condurre sessioni moderate a distanza utilizzando Google Hangouts o Skype. Chiedi semplicemente agli utenti di condividere il loro schermo e poi vedi come interagiscono con il tuo prodotto. Non dimenticare di registrare la sessione per ulteriori analisi. (Registra sia video che audio; senza audio, potrebbe essere difficile dire perché si sono verificati determinati comportamenti.)

Evitare tester "professionali"

L'aspetto negativo dei test remoti è che molti partecipanti vengono testati così frequentemente da aver imparato a concentrarsi su determinati aspetti di un progetto. Per compensare possibili tester "professionali", dovrai analizzare le sessioni di test (ad esempio, guardando le registrazioni video) ed escludere i risultati da persone che non sembrano fornire un feedback reale.

8. Coinvolgere l'intero team nel processo

Coinvolgere l'intero team di prodotti nel processo di test. Avere l'opportunità di osservare gli utenti aiuterà l'intero team a comprendere i problemi di usabilità e ad entrare in empatia con gli utenti. I test ti consentono di costruire una comprensione condivisa, anche prima che il team inizi a progettare.

Discutere la strategia di test con il team

Il design del prodotto è uno sport di squadra. E poiché i test sono una parte essenziale del processo di progettazione, dovrebbero essere discussi con tutti i giocatori del team. Il coinvolgimento diretto nella preparazione del test renderà i membri del team più interessati all'attività. In qualità di responsabile della ricerca sulle UX, dovresti chiarire in che modo il tuo team utilizzerà i risultati dei test di usabilità.

Immagine: Assemblea Generale

Chiedi a tutti di guardare le sessioni

Non puoi aspettarti che l'intero team partecipi alle sessioni di test. Nella maggior parte dei casi, non è necessario che tutti osservino direttamente tutti i test di usabilità (anche se potrebbe essere desiderabile). Ma puoi registrare le sessioni di test in video e condividerle con i colleghi. Il video può essere estremamente utile durante le discussioni di progettazione.

Chiedi al team di aiutarti con l'analisi

Una cosa che rallenta molte forme di test di usabilità è l'analisi. L'estrazione dei risultati dai dati raccolti durante le sessioni di test potrebbe richiedere giorni o addirittura settimane. Ma se l'intero team osserva le sessioni e prende appunti, sarà in grado di sintetizzare meglio i risultati e decidere i passi successivi.

9. Test prima, durante e dopo la riprogettazione

Una domanda comune tra molti team di prodotto è: "Quando dovremmo testare?" La risposta è semplice: test prima di una progettazione o riprogettazione, test durante la progettazione e poi anche test dopo.

  • Prima di una progettazione o riprogettazione: i test sarebbero stati condotti durante la fase di scoperta del processo di progettazione di UX. Se prevedi di riprogettare un prodotto esistente, i test di usabilità potrebbero aiutarti a identificare i maggiori punti deboli nella versione corrente. Prova a testare i prodotti della concorrenza per confrontare i risultati.
  • Durante una riprogettazione: se esistono risorse, fatelo ad ogni pietra miliare del progetto. Nel tempo necessario per costruire e lanciare un nuovo prodotto o funzionalità, è possibile eseguire diverse sessioni di test e migliorare il prototipo dopo ciascuna.
  • Dopo una riprogettazione: la conoscenza di come gli utenti reali utilizzano il prodotto ti aiuterà a migliorarlo.

10. Non cercare di risolvere tutto in una volta

Cercare di risolvere tutto in una volta è semplicemente impossibile. Invece, dai la priorità ai tuoi risultati. Risolvi innanzitutto i problemi più importanti, quindi riprova. Tuttavia, se ciò è impossibile (ad esempio, se i problemi sono troppo grandi per essere affrontati), allora dai la priorità ai problemi in base al loro impatto sulle entrate.

Conclusione

Non puoi permetterti di saltare i test, perché anche un semplice ciclo di test potrebbe creare o distruggere il tuo prodotto. Gli investimenti nei test degli utenti sono quasi l'unico modo per generare in modo coerente un ricco flusso di dati sul comportamento degli utenti. Quindi, prova presto, prova spesso.

Ulteriori letture

Per le ultime tendenze e approfondimenti sulla progettazione di UX / UI, iscriviti alla nostra newsletter settimanale di progettazione dell'esperienza.

Nick Babich è uno sviluppatore, appassionato di tecnologia e amante di UX. Ha trascorso gli ultimi 10 anni lavorando nel settore del software con un focus specializzato sullo sviluppo. Conta la pubblicità, la psicologia e il cinema tra i suoi innumerevoli interessi.

Originariamente pubblicato su blogs.adobe.com.

Scopri Adobe XD, il nostro strumento di progettazione e prototipazione all-in-one:

  • Scarica Adobe XD
  • Account Twitter Adobe XD: usa anche #adobexd per parlare con il team!
  • Database di idee Adobe XD UserVoice
  • Forum di Adobe XD